Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto

Prodotti trovati 36

22 %
ADDETTO AL PRIMO SOCCORSO AZIENDALE (GRUPPO B-C) (ai sensi dell’art. 45 del D.Lgs. 81/2008 correttivo D.Lgs. n. 106/09 e art. 3 del D.M. 388/03) Formazione obbligatoria Obbligatoria ai sensi de D.Lgs. 81/2008. Il corso fa riferimento ad aziende ed attività in genere. L’addetto può essere nominato tra i dipendenti aziendali o direttamente essere il datore di lavoro. Il numero minimo di addetti è strettamente in relazione alla struttura aziendale. Durata: 12 ore AGGIORNAMENTO: triennale per tutti i tipi di rischio Certificazione: ATTESTATO DI FREQUENZA CON VERIFICA DI APPRENDIMENTO Programma Prima lezione (4 ore) Allertare il sistema di soccorso; A) cause e circostanze dell'infortunio (luogo dell'infortunio, numero di persone coinvolte, stato degli infortunati, ecc.) B) comunicare le predette informazioni in maniera chiara e precisa ai servizi di assistenza sanitaria di emergenza a riconoscere un'emergenza sanitaria: a) scena dell'infortunio (raccolta delle informazioni; previsione dei pericoli evidenti e di quelli probabili) b) accertamento delle condizioni psico-fisiche del lavoratore infortunato (funzioni vitali a polso, pressione, respiro; stato di coscienza; ipotermia ed ipertermia) C) nozioni elementari di anatomia e fisiologia dell'apparato cardiovascolare e respiratorio D) tecniche di autoprotezione del personale Addetto al Primo Soccorso Attuare gli interventi di Primo Soccorso: a) sostenimento delle funzioni vitali (posizionamento dell'infortunato e manovre per la pervietà delle prime vie aeree; respirazione artificiale; massaggio cardiaco esterno) b) riconoscimento e limiti di intervento di Primo Soccorso (lipotimia, sincope, shock; edema polmonare acuto; crisi asmatica; dolore acuto stenocardiaco; reazioni allergiche; crisi convulsive; emorragie esterne post-traumatiche e tamponamento emorragico) conoscere i rischi specifici dell'attività svolta. Seconda lezione (4 ore) Acquisire conoscenze generali sui traumi in ambiente di lavoro (cenni di anatomia dello scheletro, lussazioni, fratture e complicanze; traumi e lesioni cranio-encefalici e della colonna vertebrale; traumi e lesioni toraco-addominali) - acquisire conoscenze generali sulle patologie specifiche in ambiente di lavoro (lesioni da freddo e da calore; lesioni da corrente elettrica; lesioni da agenti chimici; intossicazioni; ferite lacero contuse; emorragie esterne). Terza lezione (4 ore) Acquisire capacità di intervento pratico (principali tecniche di comunicazione con il sistema di emergenza del SSN; principali tecniche di Primo Soccorso delle sindromi cerebrali acute; principali tecniche di Primo Soccorso nella sindrome respiratoria acuta; principali tecniche di rianimazione cardiopolmonare; principali tecniche di tamponamento emorragico; principali tecniche di sollevamento, spostamento e trasporto del traumatizzato di Primo Soccorso in caso di esposizione accidentale ad agenti chimici e biologici). Verifica dell’apprendimento.  

Aggiungi al carrello
ADDETTO AL PRIMO SOCCORSO AZIENDALE (GRUPPO B-C) (ai sensi dell’art. 45 del D.Lgs. 81/2008 correttivo D.Lgs. n. 106/09 e art. 3 del D.M. 388/03) Formazione obbligatoria Obbligatoria ai sensi de D.Lgs. 81/2008. Il corso fa riferimento ad aziende ed attività in genere. L’addetto può essere nominato tra i dipendenti aziendali o direttamente essere il datore di lavoro. Il numero minimo di addetti è strettamente in relazione alla struttura aziendale. Durata: 12 ore AGGIORNAMENTO: triennale per tutti i tipi di rischio Certificazione: ATTESTATO DI FREQUENZA CON VERIFICA DI APPRENDIMENTO Programma Prima lezione (4 ore) Allertare il sistema di soccorso; A) cause e circostanze dell'infortunio (luogo dell'infortunio, numero di persone coinvolte, stato degli infortunati, ecc.) B) comunicare le predette informazioni in maniera chiara e precisa ai servizi di assistenza sanitaria di emergenza a riconoscere un'emergenza sanitaria: a) scena dell'infortunio (raccolta delle informazioni; previsione dei pericoli evidenti e di quelli probabili) b) accertamento delle condizioni psico-fisiche del lavoratore infortunato (funzioni vitali a polso, pressione, respiro; stato di coscienza; ipotermia ed ipertermia) C) nozioni elementari di anatomia e fisiologia dell'apparato cardiovascolare e respiratorio D) tecniche di autoprotezione del personale Addetto al Primo Soccorso Attuare gli interventi di Primo Soccorso: a) sostenimento delle funzioni vitali (posizionamento dell'infortunato e manovre per la pervietà delle prime vie aeree; respirazione artificiale; massaggio cardiaco esterno) b) riconoscimento e limiti di intervento di Primo Soccorso (lipotimia, sincope, shock; edema polmonare acuto; crisi asmatica; dolore acuto stenocardiaco; reazioni allergiche; crisi convulsive; emorragie esterne post-traumatiche e tamponamento emorragico) conoscere i rischi specifici dell'attività svolta. Seconda lezione (4 ore) Acquisire conoscenze generali sui traumi in ambiente di lavoro (cenni di anatomia dello scheletro, lussazioni, fratture e complicanze; traumi e lesioni cranio-encefalici e della colonna vertebrale; traumi e lesioni toraco-addominali) - acquisire conoscenze generali sulle patologie specifiche in ambiente di lavoro (lesioni da freddo e da calore; lesioni da corrente elettrica; lesioni da agenti chimici; intossicazioni; ferite lacero contuse; emorragie esterne). Terza lezione (4 ore) Acquisire capacità di intervento pratico (principali tecniche di comunicazione con il sistema di emergenza del SSN; principali tecniche di Primo Soccorso delle sindromi cerebrali acute; principali tecniche di Primo Soccorso nella sindrome respiratoria acuta; principali tecniche di rianimazione cardiopolmonare; principali tecniche di tamponamento emorragico; principali tecniche di sollevamento, spostamento e trasporto del traumatizzato di Primo Soccorso in caso di esposizione accidentale ad agenti chimici e biologici). Verifica dell’apprendimento.
22 %
ADDETTO ALLA PREVENZIONE INCENDI, LOTTA ANTINCENDIO E GESTIONE DELLE EMERGENZE (ai sensi dell`art. 46 e 37 comma 9 e 12 del D.Lgs. 81/08 correttivo D.Lgs. 106/2009 e dell`art. 7 del D.M. 10 Marzo) Il corso ha validità, come da legge, di 3 anni entro i qualisarà possibile fare l'aggiornamento. Formazione obbligatoria Obbligatoria ai sensi de D.Lgs. 81/2008. Il corso fa riferimento ad aziende ed attività in genere. L’addetto può essere nominato tra i dipendenti aziendali o direttamente essere il datore di lavoro. Il numero minimo di addetti è strettamente in relazione alla struttura aziendale. Durata: 4 ore Rischio basso 8 ore Rischio Medio 16 ore Rischio Alto (prova pratica, della durata di 4 ore, presso il Comando dei Vigili del Fuoco) Aggiornamento: triennale per tutti i tipi di rischio Certificazione: ATTESTATO DI FREQUENZA CON VERIFICA DI APPRENDIMENTO PROGRAMMA MINIMO DI BASE PER CORSO PER ADDETTO ANTINCENDIO IN ATTIVITÀ A RISCHIO DI INCENDIO BASSO (DURATA 4 ORE) 1) INCENDIO 1 ora • principi della combustione • prodotti della combustione • sostanze estinguenti in relazione al tipo di incendio • effetti dell’incendio sull’uomo • misure comportamentali. 2) PROTEZIONE ANTINCENDI E PROCEDURE DA ADOTTARE IN CASO DI INCENDIO 1 ora • principali misure di protezione antincendi • evacuazione in caso di incendio • chiamata dei soccorsi. 3) ESERCITAZIONI PRATICHE 2 ore • presa visione e chiarimenti sugli estintori portatili • esercitazioni sull’uso di estintori portatili. PROGRAMMA MINIMO DI BASE PER CORSO PER ADDETTO ANTINCENDIO IN ATTIVITÀ A RISCHIO DI INCENDIO MEDIO (DURATA 8 ORE) 1) L’INCENDIO E LA PREVENZIONE INCENDI 2 ore • principi sulla combustione e l’incendio • le sostanze estinguenti • triangolo della combustione • le principali cause di un incendio • rischi alle persone in caso di incendio • principali accorgimenti e misure per prevenire gli incendi. 2) LA PROTEZIONE ANTINCENDIO E LE PROCEDURE DA ADOTTARE IN CASO DI INCENDIO 3 ore • le principali misure di protezione contro gli incendi • vie di esodo • procedure da adottare quando si scopre un incendio o in caso di allarme • procedure per l’evacuazione • rapporti con i vigili del fuoco • attrezzature ed impianti di estinzione • sistemi di allarme • segnaletica di sicurezza • illuminazione di emergenza. 3) ESERCITAZIONI PRATICHE 3 ore • presa visione e chiarimenti sui mezzi di estinzione più diffusi • presa visione e chiarimenti sulle attrezzature di protezione individuale • esercitazioni sull’uso degli estintori portatili e modalità di utilizzo di naspi ed idranti. PROGRAMMA MINIMO DI BASE PER CORSO PER ADDETTO ANTINCENDIO IN ATTIVITÀ A RISCHIO DI INCENDIO ELEVATO (DURATA 16 ORE) ​​​​​​​ 1) L’INCENDIO E LA PREVENZIONE INCENDI 4 ore • principi sulla combustione • le principali cause d’incendio in relazione allo specifico ambiente di lavoro • le sostanze estinguenti • i rischi alle persone e all’ambiente • specifiche misure di prevenzione incendi • accorgimenti comportamentali per prevenire gli incendi • l’importanza del controllo degli ambienti di lavoro.  

Aggiungi al carrello